Ambrogio è partito ieri 22 luglio per la sesta edizione della de “Les Sables D’Olonne – Azzorre – Les Sables D’Olonne” (SAS), la regata in solitario più importante della stagione Mini 6.50. Il percorso è di 2540 miglia in due tappe, dalla Vandea (Francia), a Fajal (isole Azzorre), e ritorno. In gara ci sono 54 partecipanti (38 barche di serie e 16 prototipi), di cui ben 7 donne. Ambrogio è l’unico italiano.

“Ho vinto tre regate di fila», ha detto Ambrogio prima di mollare gli ormeggi, “e sono statisticamente il favorito, ma non ho mai passato più di tre notti su questa barca e in una regata di otto/nove giorni consecutivi per tappa ci sono molte più variabili. La SAS è la prima regata oceanica lunga che faccio sul Pogo 3 e quindi saranno tante cose da imparare: il comportamento di una barca così piccola in mezzo all’oceano è ben diverso che sottocosta”.

Per il momento Ambrogio sembra essere molto a suo agio sul nuovo Pogo 3. Dopo una partenza eccellente, ha girato per primo assoluto (ovvero perfino davanti ai velocissimi proto) le tre boe del percorso costiero, mantenendo finora la testa della flotta dei mini. Al momento la flotta sta aggirando una dorsale una zona di poco vento (sette nodi, da Nord-Est) e cerca di avvicinarsi alla costa spagnola. Vediamo cosa riservano le prossime ore quando i mini saranno verso Capo Finisterre, dove le condizioni meteo sono sempre sorprendenti.

Qui il pezzo de La Stampa:

Forza Bogi!!!!

 

foto: Christophe Breschi