Ambrogio riceve l’Ambrogino d’oro dal sindaco di Milano Beppe Sala, la massima onorificenza del Comune di Milano, in passato ricevuta da altri due navigatori prima di lui, Ambrogio Fogar, alla memoria nel 2005 e Giovanni Soldini nel 1996.

Oggi è una di quelle giornate che non scorderò facilmente. Mi sono reso conto che quello che ho fatto ha toccato tante persone e che per alcuni è anche fonte d’ispirazione. Sono veramente emozionato e questo mi dà una bella carica di fiducia per continuare a navigare e a sognare più in grande. Insieme a me altre 15 persone hanno ricevuto questo premio, bravi a tutti!”

“La motivazione del premio: “Dopo aver raggiunto il podio in varie competizioni all’estero e nel nostro paese, è stato il primo italiano a vincere la Mini-Transat, la mitica transatlantica in solitario su barche di sei metri e mezzo, senza comunicazioni con la terra, Ambrogio Beccaria cura personalmente la progettazione dei suoi natanti, impegnandosi per una navigazione eco-sostenibile attraverso la riduzione delle plastiche mono-uso e l’introduzione dell’energia rinnovabile, la sua giovane ma già brillante storia di successi e regate è l’esempio che non c’è traguardo che si raggiunga senza impegno, costanza ed equilibrio”

Qui una intervista uscita oggi sul Corriere della Sera in cui Ambrogio parla della sua Milano e dei nuovi progetti con le scuole .